lunedì 5 novembre 2012

la bellezza delle piccole cose..

foto scattata il 03/11/2012 - Parco della Gola della Rossa - Marche - Italia



Sfinge testa di morto - Acherontia atropos - Bruco (colpo di c.....)

La sfinge testa di morto (Acherontia atropos Linnaeus, 1758) è una falena appartenente alla famiglia delle Sphingidae e rappresenta la specie più conosciuta tra le tre appartenenti al genere Acherontia. Il termine "sfinge" si riferisce al fatto che il bruco di questa falena è capace di sollevare la parte anteriore del corpo assumendo una posizione che assomiglia vagamente a quella della sfinge greca o egiziana [1]. L'espressione "testa di morto" è dovuta a un tratto molto caratteristico di questa falena, che la distingue da tutte quelle con cui condivide l'areale di distribuzione: sul lato dorsale del torace spicca una macchia biancastra, con due puntini neri, che ricorda la forma di un teschio. Per quanto riguarda la nomenclatura scientifica, il termine "Acherontia" si riferisce all'Acheronte (in greco Ἂχέρων) uno dei fiumi infernali che secondo la mitologia greca occorre attraversare per accedere al regno dei morti. L'epiteto specifico "atropos" invece deriva dal nome di una delle tre moire greche, Atropo (in greco Ἄτροπος), a cui era assegnato il compito di recidere il filo della vita [1].

vedi    :     http://it.wikipedia.org/wiki/Acherontia_atropos